La battaglia dei sessi (tra alti e bassi)

divieto_sostaSicuramente la questione ha radici storiche. Anzi preistoriche o almeno protostoriche.

Non c’è dubbio che, nei tempi antichi, la donna avesse una posizione di netta predominanza rispetto all’uomo. E poi, a fasi altalenanti, l’uomo e la donna si sono contesi il primato sull’altro sesso. Così dice Johann Jakob Bachofen, l’autore della teoria del matriarcato.

Pressappoco le cose andarono così: prima gli uomini avrebbero sottomesso le donne grazie alla forza fisica. Poi le donne Amazzoni avrebbero imposto la loro supremazia con le armi. Ed ecco la fase della ginecocrazia. E poi la reazione dei maschi impose il patriarcato.

Tutto questo perché, dice Bachofen, la natura della donna è felicemente pacifica e democratica, legata alla terra e alla materia. La donna è egualitaria perchè madre di tutti gli esseri umani che sono fratelli e quindi uguali tra loro. Per questo stesso motivo, la ginecocrazia era destinata a essere superata dal patriarcato, l’età in cui l’uomo (forma e spirito) prende il sopravvento sulla donna (natura e materia).

J.J.Bachofen portò molte prove a sostegno della sua concezione. Lo fece studiando e analizzando i miti e i simboli antichi (la dea-grande madre, Gea, Era, Demetra, Clitennestra etc. etc.). La tesi comprendeva e pervedeva l’essenza primordiale della dialettica storica, ovvero l’alternanza di fasi matriarcali e patriarcali.

Prolungando la teoria di J.J. Bachofen, e considerando che ci troviamo in un punto critico di confine tra epoche millenarie, viene da chiedersi se, in effetti, la donna stia riconquistando la posizione di supremazia che le spetterebbe secondo l’alternanza dialettica, anche dalla prospettiva dei corsi e ricorsi della storia.

E se J.J. aveva ipotizzato la sua teoria dall’osservazione dei miti e dei dati archeologici ed etnologici, nulla vieta che – forti della lezione dell’antropologo svizzero – si possa dedurre un nuovo capitolo della lotta tra i sessi.

Allora non vi è dubbio che ci troviamo in una fase di misandria (odio/disprezzo per il maschio) che prelude – forse – a una nuova fase “amazzonica”.

E quali sono i dati concreti a conforto della teoria? Sempre di osservazione si tratta ma, ovviamente, di dati e di miti moderni del web, le moderne iscrizioni dei tweet, dei post di facebook, dei segreti messaggi di whatsapp.

Insomma: la prova provata dei tweet e dei retweet storici.

Eccoli…

lemanidiuomo_misandria

mis12   mis02mis03 mis04 mis05 mis06 mis07 mis07 mis08 mis09 mis10 mis11uomosenzadonna_rid

Articolo pubblicato in Assodate, news, novità ed etichettato con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.