Le vie del Signore passano dalla Cristoteca

È dal 2012 (perlomeno) che la stampa si preoccupa – o si compiace – di allarmare – o rassicurare – la pubblica opinione sul fatto che i matrimoni religiosi sono in calo costante (e anche quelli civili, dire il vero, sono sempre meno celebrati).

La questione è complicata dall’aumento delle unioni tra omosessuali. A Milano, per esempio, matrimoni religiosi e unioni gay tendono a parificarsi. Nello stesso tempo, la Sacra Rota ha annullato 380 matrimoni religiosi.

matrimoni

Il mondo religioso non può non essere in allarme rosso, giacché così si rischia che il “crescete e moltiplicatevi” venga disatteso. Anzi: diventi lettera morta, facendo precipitare in verticale le probabilità che le persone si possano incontrare per unirsi e realizzare il dettato biblico.

E le conseguenze stanno sotto gli occhi di tutti: calo delle nascite, calo delle vocazioni, chiese semivuote…

È interessante notare come il sistema religioso cristiano occidentale, cosciente o no, tenti di portare rimedio a questa pericolosissima tendenza all’estinzione del cattolico osservante.

E lo fa con il metodo più antico di tutti, rimettendo in circolazione la più rodata delle ruffianerie del secolo scorso: la discoteca.

La vecchia discoteca, proprio quella, dove con un lento ci si abbarbicava forte per fare conoscenza, rompere il ghiaccio delle convenzioni formali e finire con una bella unione civile, nel senso di contatto urbano e costumato.

cristotecaQuesto, dunque, è il momento giusto per rilanciare la discoteca con finalità socio-religiose, ovvero la cristoteca che sbarca da Rio de Janeiro in Sicilia: alla console padre Joseph Antony – alias DJ ZETON – sul maxischermo citazioni dal Vangelo e immagini di Gesù stile new age, in pista musica moderna di tutti i tipi.

E quindi la solita solfa. Ballo, struscio, divertimento, combinazioni e assortimenti. Nessuno lo dice, ma dovranno essere necessariamente etero.

Per la verità la cristoteca in Italia risale al 2015, a Livorno, ma sempre con l’imprimatur brasiliano. È il Brasile, infatti, la terra della libertà, della tolleranza, dell’apertura. In tutti i sensi. I ragazzi ballano fino alle 23.30 e i genitori partecipano a un momento comunitario in un locale attiguo.

E però la religione è un sistema perfetto: perché si prende cura di tutti. Anche di quelli che in discoteca non ci vogliono andare. Vuoi per timidezza (quelli che si vergognano di lasciarsi andare), vuoi per gusti musicali (quelli che solo la classica), vuoi per timore di sostanze dopanti (quelli che in discoteca gira la droga), vuoi perché la discoteca è un luogo di torbide commistioni etc. etc.

Allora, quando la via mondana è preclusa dalle inibizioni personali o sociali o culturali, rimane aperta la via mistica.

medjugorje_singleLa notizia è datata ma non scontata: tra marzo e aprile del 2016 si è svolto il Primo pellegrinaggio per single a Medjugorje. Un viaggio della speranza per uomini e donne privi di compagn* e che, evidentemente, non giudicano la cristoteca un’opportunità adeguata.

Non graditi, anzi banditi, i divorziati. Ben accetti i separati solo se divisi dalla sacra Rota. Tutti uniti nel pellegrinaggio verso la Madonna che caccerà Satana e la sua nefasta influenza contro la famiglia.

Costo 240€. Partenza 31 marzo 2016. Possibilità di raggiungere la meta via terra con pullman o via mare con traghetto. L’esito di questo evento è stato considerato un successo (in termini matrimoniali) tanto che si è deciso di replicarlo nell’anno in corso.

Si può scegliere tra intrattenimento pseudo-orgiastico e pellegrinaggio contemplativo.  Organizzazione perfetta, complementare, estesa, democratica e inclusiva. L’importante è il risultato.

(Risultato che un laico, in genere, consegue iscrivendosi – per esempio – a un corso di ballo)

Sarà una banalità concludere con “le vie del Signore sono infinite”, ma certe volte si ripetono? Soprattutto quando si tratta di anime gemelle…

Gente, crescite et multiplicamini!

don Rodrigo

Vs. aff.mo don Rodrigo

Articolo pubblicato in Castagnate, news, novità, Scostumate ed etichettato con , , , , , . Contrassegna il permalink.